La questione di Cipro

Anche i correntisti italiani iniziano a temere per i loro risparmi di una vita. L’integrazione bancaria europea ci porta anche a questo tipo di paure. Ma sono fondate?
La risposta è sicuramente, per un aspetto, molto semplice: il sistema bancario italiano è nel suo insieme solido, infatti, quando molte banche europee, a seguito della crisi americana sui muti e sui derivati, hanno ottenuto aiuti dagli stati, quelle italiane non hanno risentito di quella crisi. Oltretutto, il sistema bancario cipriota (anzi greco-cipriota) è molto differente da quello italiano.
Ma vi è un altro aspetto ben più complesso che bisogna considerare: il 40% del debito pubblico italiano è nel portafoglio di molti investitori stranieri, e un’altra bella fetta è nelle disponibilità del sistema bancario italiano. In una ipotetica crisi di credibilità internazionale (si veda per esempio l’impossibilità della formazione di un governo italiano o stabile o autorevole), gli investitori esteri potrebbero decidere di dismettere la propria quota del debito pubblico italiano, lasciando così il cerino acceso nelle mani del sistema bancario italiano, e così il debito finirebbe per essere carta straccia, devastando la solidità delle banche, messa già a dura prova dal caso MPS. La psicosi collettiva dei correntisti farebbe il resto e, così via dicendo, tutto sarebbe travolto.
Con queste prospettive, la questione Cipro per l’Europa diventa un banco di prova fondamentale, da gestire con prontezza e saggezza, moderazione e attenzione, sia economica che sociale. Non si devono ripetere gli errori marchiani commessi durante la crisi greca, con disattenzione, sottostima e faciloneria, mirando solamente a salvaguardare gli interessi dei soliti noti (le banche tedesche, come al solito molto esposte), dimenticando come sempre il notevole prezzo sociale che le popolazioni finiranno per pagare con fame, decrescita del benessere, sottosviluppo e rischi di conflitti sociali.
Domenico Ricciotti

Taggato con: , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato in Aryavarta News

Iscrizione al Blog via Email

Inserite il vostro indirizzo email per iscrivervi a questo blog e ricevere notifiche di nuovi post per email.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: